Test Drive Mercedes-Benz GLE SUV

GLE_1

Salve a tutti, la scorsa settimana la Concessionaria Ufficiale Mercedes-Benz – StarEmilia S.r.l. filiale di Ferrara – mi ha proposto di avere a disposizione per una intera giornata una GLE in versione SUV, il restyling della più conosciuta Classe ML W166, in qualità di Cliente ed appassionato del Marchio di Stoccarda non ho potuto che accettare con entusiasmo.

L’esemplare in questione è una GLE 250d Sport 4Matic, versione già abbastanza completa, nella dotazione di serie sono presenti accessori qualificanti come il Comand Online e i fari full led ILS, l’equipaggiamento optional consiste in vernice metallizzata Nero Ossidiana, Pelle ecologica Artico nera, Airmatic Dual Control, Adaptive High Beam Assyst, Keyless Start, Memory Package, disattivazione automatica airbag passeggero e tappetini in velours per un totale su strada di € 7.1157.


La vettura mi è stata consegnata perfettamente lavata e nonostante avesse all’attivo solo 950 km, è stato eseguito un check generale dei livelli e della pressione degli pneumatici, il carburante a metà serbatoio e mi è stato testualmente detto “non importa che tu faccia rifornimento prima di riconsegnarla”.

Decido di effettuare il mio test su ogni possibile tipologia di percorso, seguendo un itinerario tra Emilia e Toscana quindi: partenza da Ferrara e subito in autostrada in direzione Bologna per proseguire sulla A1 in direzione Firenze in modo da percorrere anche il nuovo tratto della variante di valico appena inaugurato.
La GLE si dimostra subito una vera Mercedes, imposto la temperatura interna a 20°C, un minuto dopo l’avviamento del motore ecco già uscire dalle bocchette un bel tepore, c’è nebbia, molta umidità e la temperatura esterna è di 3°C, imbocco l’autostrada e a bordo mi sento sicuro, la vettura appare solida e consistente, estremamente silenziosa, non si percepisce alcun rumore di rotolamento degli pneumatici e nessun fruscio aerodinamico nonostante le dimensioni imponenti del mezzo, le poltrone sono comode e avvolgenti, rigide come di scuola tedesca, a bordo della GLE è un gran bel viaggiare, a 130 km/h in 9.a marcia il motore dorme a meno di 1500 giri ed è possibile inserire e mantenere questo rapporto già alla velocità di 105 km/h.
Il nuovo tratto autostradale corre per la maggior parte in galleria, arrivare a Barberino del Mugello è quasi un attimo, abbandono l’autostrada, dò uno sguardo all’orologio e vedo che manca ancora un pò all’ora di pranzo quindi imbocco la vecchia Strada Militare per Firenze, inizia subito la salita in un susseguirsi di curve molto interessanti, sposto il selettore in modalità S, le risposte dell’acceleratore, del cambio e della sterzo si modificano sensibilmente così come la rigidità delle sospensioni Airmatic che riducono il rollio della GLE che si dimostra insospettabilmente agile tra una curva e l’altra.GLE_9
Il bello di questa zona è che a destra e sinistra ci sono stradine che si inerpicano su per le colline tra i boschi e allora perchè non approfittarne per saggiare  le qualità da Offroad della nostra GLE  imbocco una strada stretta, se dovessi incontrare un’auto in senso contrario potrebbe essere un problema ma in giro non c’è nessuno e il desiderio di avventura è troppo, perció selettore in modalità Offroad … ogni elemento della vettura dall’erogazione della coppia, alle cambiate, allo smorzamento delle sospensioni, tutto è ottimizzato per la marcia in fuoristrada, sullo schermo da 8″ del Comand è possibile monitorare graficamente in tempo reale parametri come l’inclinazione longitudinale e laterale, l’angolo di sterzo e la fase di compressione ed estensione dei soffietti pneumatici delle sospensioni che filtrano buche e asperità con la dolcezza di una Classe S, per affrontare le discese più impegnative basta premere un tasto e attivare il Downspeed Hill Regulation e la GLE si stabilizza a 6 km/h.
Il motore in virtù della generosa coppia (500Nm) permette di affrontare le salite senza alcun problema.

È giunta l’ora di pranzo, meglio dirigersi verso il ristorante, riprendendo la strada in discesa direzione Barberino apprezzo l’ottima trazione integrale permanente che mi permette di affrontare alcune curve con asfalto bagnato in assoluta sicurezza grazie ad una perfetta motricità, il cambio 9G-tronic scala con congruo anticipo e permette di sfruttare un apprezzabile freno motore.

Ma è dopo pranzo che arriva il meglio, metterò alla frusta la GLE sulla curve della Strada Statale n.65 transitando prima sul Passo della Futa e successivamente sul Passo della Raticosa, commuto subito in modalità S, cambio in M e via!

GLE_3

Il 250d su per i tornanti e le salite fà il suo lavoro più che onestamente coadiuvato dell’eccellente cambio (la GLE, a differenza della sorella minore GLC non dispone della più spinta modalità S+ che fa in modo che cambiate e scalate sia in D che in M avvengano in maniera fulminea) d’altra parte la stazza non indifferente pari a 2300 kg si fa sentire e non si possono chiedere miracoli, se le prestazioni non sono un aspetto importante, questo motore non deluderà assolutamente, in caso contrario meglio scegliere la 350d con il 3 litri V6 da 258 CV e 620 Nm.
Da segnalare che la voce del 4 cilindri a gasolio non é mai fastidiosa e si fa sentire solo dopo i 3500 giri, anche in questo caso é stato eseguito un ottimo lavoro di insonorizzazione.

Come avevo già notato su GLCGLE Coupè, impressiona favorevolmente il cambio sia in modalità C che S, sia in automatico che in manuale, la reazione agli impulsi sui paddles è davvero ridotta al minimo, il 9G-tronic a detta di molti è il migliore automatico sulla piazza.
Si passa agevolmente dal funzionamento automatico a quello manuale premendo il tasto M presente sul tunnel centrale oppure uno dei due paddles ai lati del volante, a questo punto il cambio non torna in automatico dopo qualche secondo ma occorre premere per un paio di secondi il paddle di destra.

Anche sui percorsi impegnativi e ricchi di curve e tornanti la GLE si trova perfettamente a suo agio grazie ad un telaio rigido e completamente neutro, lo sterzo è davvero preciso come su tutte le Mercedes di ultima generazione e anche i freni, se sollecitati, non perdono di efficacia, il pedale è molto ben modulabile, mentre sembra apparentemente mancare di mordente nella prima fase della corsa ci si rende poi subito conto che la frenata c’è eccome e non pianta in asso, in più occasioni ho dovuto frenare energicamente su fondo umido e un pò ghiacciato nei tratti in ombra del percorso, l’ABS è ben calibrato e la trazione integrale insieme al pronto intervento dell’ESP perdonano davvero molto, da considerare che la vettura non era equipaggiata con pneumatici invernali che in questi frangenti offrono performance nettamente migliori.GLE_22

Scendendo lungo la Valle del fiume Sillaro verso Castel S.Pietro Terme cala il buio e soprattutto la nebbia, penso subito che non ci sia occasione migliore per mettere alla prova il sofisticato impianto full led dotato di ILS, la luce emessa è molto simile alla luce naturale del giorno e permette di vedere con estrema nitidezza tutto ciò che viene illuminato, colori e forme sono molto più facilmente distinguibili rispetto a quanto avviene con i bixeno, fantastici i fari autoadattativi che seguono i movimenti dello sterzo ma davvero spettacolare è la funzione abbaglianti automatici che non vengono quasi mai disattivati e se si arriva in coda ad una vettura viene creato un cono d’ombra per non abbagliare la stessa mentre il fascio luminoso viene diretto ai lati ed oltre, in pratica se il conducente che ci precede decidesse di spegnere i fari potrebbe tranquillamente proseguire grazie alla luce emessa dai nostri full led, ancora senza abbagliare chi precede o incrocia vengono illuminati a giorno cartelli e segnali stradali.
An
che in queste occasioni ho apprezzato decisamente viaggiare a bordo della GLE, in totale confort e sicurezza.

La telemaGLE_20tica offre il Comand Online, dotato di cartografia molto avvenieristica con topografia urbana e del territorio entrambe con rappresentazioni di immagini reali, la navigazione è precisa, la resa dell’impianto audio buona, il display visualizza un’infinità di informazioni e permette di monitorare la dinamica di marcia della vettura in tutte le modalità impostate, in tempo reale vengono mostrate accelerazione e decelerazione longitudinale e laterale, l’estensione e la compressione dei soffietti delle Airmatic, la percentuale di erogazione del gas e di azionamento del pedale freno, angolo di sterzo in entrambe le direzioni, potenza e coppia erogate, tensione fornita, temperatura dell’olio ed altro ancora.
Il Dynamic Select permette di impostare risposta acceleratore, cambio, sterzo e sospensioni in modalità C o S oppure di settare ogni parametro a proprio piacimento tramite la funzione Individual, sono inoltre previste le modalità Slippery che predispone la vettura per la marcia su fondi a scarsa aderenza e Offroad citata in precedenza.
Il touch pad a mio avviso è più un complemento di arredo che uno strumento utile, è abbastanza intuitivo poichè si usa esattamente come lo schermo di uno smartphone, ma Voicetronic e classico Controller centrale sono più pratici, funzionali e permettono di attivare e/o accedere ad ogni funzione.

Percorrendo la sgombre strade che attraversano le campagne e che portano verso Ferrara sposto il selettore su C per godere dell’effetto cuscino offerto dalle Airmatic che filtrano buche o asperità senza mai trasmetterli ai passeggeri mentre il lavoro del cambio è impercettibile, per accorgersi delle cambiate è necessario guardare l’ago del contagiri e l’indicatore del rapporto inserito.

GLE_10

Il nostro test drive volge al termine … è giunto il momento di riconsegnare la GLE e devo aggiungere con grande dispiacere … ho percorso 325 km e il consumo medio si è attestato su 8.5 l/100 km che considerati motore nuovo, trazione integrale permanente, tipologia del mezzo, percorsi affrontati e piede non certo leggero in diversi frangenti mi sembra un dato assolutamente positivo.

Davvero un’ottima vettura la GLE SUV, sicura e confortevole ma anche divertente se la situazione lo permette.

Desidero esprimere un particolare ringraziamento alla Dott.ssa Erika Sala della Direzione della StarEmilia S.r.l. e ad Enrico Negri Consulente di Vendita presso la filiale di Ferrara, per avermi messo a disposizione la vettura.