AMG Performance Day Vallelunga 2021

Prove e recensioni a cura dello Staff MBCI

Moderatore: Staff

Rispondi
Avatar utente
Startaxi
Vice Presidente Club e Amministratore Forum
Vice Presidente Club e Amministratore Forum
Messaggi: 153900
Iscritto il: mar gen 13, 2009 4:07 pm
Auto guidata: C 220d s.w. Premium Next - A 220 4Matic Premium
Località: Ferrara
Contatta:

lun giu 28, 2021 6:03 pm

IMG_20210623_085203.jpg

Eccomi rientrato dalla trasferta romana dopo aver partecipato all'AMG Performance Day che si è tenuto presso l'autodromo di Vallelunga,si è trattato di un evento riservato ai clienti Mercedes-AMG e ad alcuni invitati......una occasione molto attesa che ha ci consentito di provare in pista alcuni tra i modelli più importanti creati dal reparto sportivo della Casa di Stoccarda con sede ad Affalterbach,cimentarci in una prova crometrata tra i birilli con la CLA 35 AMG Coupè e affrontare un percorso offroad sterrato a bordo dei suv GLC 43,GLE 53 SUV e GLE 63 Coupè.

A fare da contorno alcune chicche davvero speciali che Mercedes-Benz Italia ha voluto portare per noi,a cominciare dalla W12 E-Performance 2021 del 7 volte Campione del mondo Lewis Hamilton,la GT-R utilizzata come Safety Car nel Mondiale di F1 e in anteprima nazionale la Mercedes-AMG GT-R Black Series.....insomma tanta tanta roba.

In un giornata che si prevede bollente sia per la temperatura,sia per il programma che ci aspetta,iniziamo come di consueto con un briefing generale in cui ci vengono spiegate le caratteristiche del circuito e come affrontarlo al meglio,in velocità e sicurezza,il significato delle varie bandiere che i commissari possono esporre e alcune norme comportamentali da tenere in pista.

Sono disponibili 6 vetture in totale:

2 A45S
1 CLA 45S Shooting Brake
1 GT 53 4 Porte
1 C 63S Station Wagon
1 GT-R

E' possibile scegliere due modelli con ognuno dei quali verranno percorsi due giri,su consiglio di un paio di istruttori,al posto della A 45S scelgo la CLA 45S S.B. in quanto mi dicono che è più divertente......le loro parole sono esattamente:"prendi questa perchè è più divertente della A.....nessuno lo sa e infatti tutti vogliono la A!
Non ti diciamo altro....provala e poi ci dirai se abbiamo ragione!"

Ovviamente mi fido di loro quindi accetto,ma devo anche dire di aver giù usato la A per circa 2000 km e di conoscerla già......
L'altro modello che scelgo (è anche il più ambito) è la GT-R ma anche in questo caso conosco le due alternative avendole già provate.

La CLA 45S è dotata di un'ottima meccanica,tra l'altro per mantenere basse le emissioni,il suo M139 da il meglio proprio ai regimi medio/alti quindi l'ideale in pista poichè tra i 5000 e i 7000 esplode letteralmente......in questo range l'ago del contagiri appare impazzito tanto schizza veloce verso la zona rossa e infatti diventa tutta rossa la zona inferiore del display ad indicare il punto ottimale di cambiata,se si usa il cambio in manuale è necessario essere veloci con il paddles destro per non incappare nel limitatore.
Parto inizialmente in automatico che lavora molto bene anche quando viene messo sotto stress.....quando si affronta la parte centrale del tracciato,ovvero quella più lenta dove si percorre prima una specie di rampino e successivamente una serie si tornantini,si manifesta il lag che affligge questo motore sotto i 3000 (comincia a spingere davvero sopra i 3500) di conseguenza l'istinto porta ad anticipare l'apertura ma nel misto lento non sempre questo è possibile.......per fortuna l'ottimo lavoro del cambio corre in aiuto scalando fino alla 2a prima dell'inserimento in curva in modo da tenere il motore sempre tra i 2500 e i 3000.
Da rilevare quanto la pista sia diversa dalla strada......lungo le curve e i tornanti dell'Appennino ho elogiato la A 45S per la mancanza di sottosterzo e la prontezza in inserimento......qui invece ogni volta che si butta dentro il muso,il sottosterzo si manifesta eccome quindi inizialmente è necessario un certo angolo di volante,si lascia scorrere la vettura,si allarga la traiettoria verso l'esterno accelerando e sfruttando la bellissima tendenza ad allargare il posteriore,si esce in piena accelerazione.
Dov'è quindi il maggior divertimento rispetto alla sorella A 45S?
Il maggior sbalzo posteriore che aumenta la tendenza a scodare allargando la coda,caratteristica ancora più marcata sulla Shooting Brake con il posteriore più pesante,inoltre la CLA ha carreggiate e pneumatici più larghi che si traducono in un maggiore stabilità e tenuta laterale nei curvoni presi ad alta velocità.
I freni sono efficaci ma non devono essere stressati eccessivamente......bisogna fare massimo due giri tirati seguiti da un giro di cool down,tuttavia io non li ho risparmiati impegnandoli al massimo senza notare fading e allungamento della corsa del pedale.

Arriva il momento più rovente.......fa molto caldo....anzi caldissimo e mi aspetta la GT-R.
Sprofondo letteralmente all'interno dell'abitacolo e il bellissimo sedile a guscio mi fa sembrare di essere seduto sull'asfalto per quanto il baricentro è basso,c'è abbastanza emozione al cospetto di questa belva da 585 cv e 700 Nm non tanto per i meri numeri in quanto ho provato AMG più potenti ma per la raffinatezza meccanica e la specificità del mezzo per quello che concerne l'utilizzo in pista qui abbiamo differenziale a controllo elettronico e retrotreno autosterzante che a seconda della velocità sterza le ruote posteriori in fase o controfase rispetto a quelle anteriori,in pratica significa come avere un telaio lungo per viaggiare perfettamente stabili ad alta velocità ed un telaio più corto per guadagnare handling nel misto stretto.
Aria condizionata a manetta ma non mi sembra nemmeno di averla, perchè ho una mezza idea di ciò che mi aspetta,dopo le necessarie regolazioni di sedile e volante seleziono la modalità Race (quella più cattiva) l'istruttore al mio fianco mi conosce in quanto ho già girato con lui sia a Monza che a Misano e ci siamo visti in occasione di vari eventi,pertanto mi concede di utilizzare l'esp in configurazione Sport Handling Mode ovvero antispin disattivato esp con soglie di intervento più permissiva che consente un angolo di imbardata di 40° cambio rigorosamente in M,è ovvio che si trova nettamente avvantaggiato chi come me è abituato a frenare con il piede sinistro poichè si azzera il tempo necessario a spostare il piede destro da un pedale all'altro e si lavora con entrambi i piedi,quando uno scende l'altro sale.
Il tracciato di Vallelunga è caratterizzato da alcune peculiarità che lo rendono estremamente interessante,lungo la pit lane rispetto i limite di 60 km/h in 2a poi spalanco e mi lancio sulla corsia di immissione rimanendo come da regolamento a destra della linea bianca,prima del curvone si va sulla sinistra per percorrere una semicurva poi è necessario parzializzare il gas (solo in questo frangente poichè appena entrati in pista non si raggiunge una velocità particolarmente elevata come invece succederà nel giro successivo) nel breve tratto centrale mentre si cambia traiettoria andando sull'interno destro del curvone,mentre si sfiora il cordolo destro,si spalanca tutto e si va diretti sul cordolo sinistro della semicurva a sinistra che segue......gas a pavimento per giungere alla Cimini 1 e Cimini 2 due curve e 90° a destra,questa è la prima staccata violenta che si fa ai 150 metri ad una velocità di circa 230 km/h,passando dalla 5a alla 2a ad ogni scalata il doppia frizione produce freno motore consistente .....l'intervento dell'abs arriva praticamente subito tanta è la potenza esercitata sui dischi dei freni,si viene proiettati in avanti ma bloccati al sedile grazie al tempestivo intervento della cintura di sicurezza, è necessario percorrere perfettamente la Cimini 1 andando sul cordolo interno nel mentre si cerca già il punto di corda della Cimini 2,ancora cordolo interno.... impressionante la precisione e la consistenza dello sterzo che sembra un bisturi e che mi fa sentire le ruote anteriori (275/35 ZR 19)tra le mani......si apre gas sfruttando tutta la pista e affrontando in piena accelerazione la successiva semicurva a sinistra sfiorando il cordolo,serve tanta trazione ma bisogna aprire gradualmente,sento gli pneumatici posteriori (325/30 ZR 20) al limite del grip (probabilmente già stressati durante i giri precedenti) il sovrasterzo è dietro l'angolo e questo aumenta non poco la tensione.
E' fondamentale uscire dalla Cimini 2 con ottima trazione per fiondarsi alla massima velocità verso la curva Campagnano,un tornante largo a destra,questo insieme al curvone,è il punto più impegnativo del tracciato:gas spalancato,si infilano le marce una dopo l'altra con il display di fronte a me che diventa prima arancio poi rosso ad indicarmi che è giunto il momento di passare al rapporto superiore per non far intervenire il limitatore,ma in pista non è facile spostare gli occhi su qualcosa che non sia la pista.......si arriva in piena velocità,oltre 200 km/h in prossimità di uno scollinamento,si attua la seconda staccata violenta di questo circuito ed è fondamentale rispettare come riferimento un semaforo sulla sinistra........fondamentale perchè lo scollinamento impedisce completamente la visuale del tornante e infatti ce lo si trova davanti molto prima di quanto si creda,a quella velocità si percorrono parecchi metri ogni secondo e diventa istintivo premere con ancora più forza il pedale del freno,in questo contesto si apprezza l'efficacia dell'impianto carboceramico (con dischi anteriori da 390x36 mm e posteriori da 360x34mm) che anche quando messo all frusta non tradisce,le pinze (anteriori a 6 pistoncini) mordono i dischi con la stessa cattiveria senza perdere un minimo di efficacia,il pedale mantiene inalterata la corsa e zero fading,fantastico!!!
Questo è importatissimo insieme all'assetto e al grip offerto dagli pneumatici per fidarsi del mezzo.
Si affronta la Campagnano stando rasente il cordolo interno per aprire gas sempre con gradualità ma allo stesso tempo in modo incisivo,infatti c'è un accenno di sovrasterzo che risolvo con un pronto controsterzo,giù tutto fino alla Soratto,una sorta di "rampino" stretto a sinistra da percorrere in 2a quindi si tiene la traiettoria a destra,si stacca e si butta dentro il muso andando diretti sul cordolo interno,si apre gas verso la Trincea una curva leggera a sinistra che si affronta frenando non troppo e togliendo una marcia,si affronta una leggera S in piena accelerazione andando a cercare la traiettoria perfetta (spettacolare la GT-R in queste fasi) per prepararsi al tratto più lento del tracciato,un complex formato da una serie di tornanti stretti (il primo a destra e il secondo a sinistra) dove motricità e trazione giocano un ruolo fondamentale,bisogna usare l'acceleratore con la testa per non andare in sovrasterzo,si percorre prima la Semaforo a destra con una traiettoria non facile a dire la verità,si apre gas e mentre si è in piena accelerazione in 3a si stacca violentemente e si scala in 2a per il tornantino a sinistra.......ancora una volta apprezzo le qualità dello sterzo......si apre sempre con la solita attenzione,sento la coda allargare in modo netto,istintivamente do un colpo di sterzo per contrastare,ci si lancia in progressione verso la Esse,uno dei tratti più divertenti con la prima curva a sinistra più stretta pertanto si allarga a destra,si frena,si scala in 3a e la si butta dentro a pizzicare il cordolo,si accelera tenendo gas costante per mantenere il necessario bilanciamento e ci si butta sul cordolo destro,gas pieno fino alla 4a e ci si prepara alla curva Roma un sorta di piccola parabolica a destra,si frena si scala in 3a si cerca il punto di corda e si fa scorrere la vettura,qui sono importanti la percorrenza e l'uscita per aver la massima velocità sul rettilineo del traguardo (tenendo presente che all'esterno non c'è via di fuga ma un muro di cemento) si apre prima gradualmente avvicinandosi al muro e si butta giù a pavimento scaricando tutta la potenza richiamando in sequenza 4a e 5a,si affronta in pieno la semicurva a sinistra che precede il curvone (una specie di boomerang) poi nel tratto dritto bisogna frenare leggermente (nel giro di lancio avevo solo parzializzato) per percorrere in pieno sia il curvone a destra che la successiva semicurva a sinistra.........devo dire che questa fase è assolutamente entusiasmante e che la vettura è impressionante per la velocità che è in grado di portare e per l'assoluta sicurezza che trasmette mentre si muove il volante a 190/200 km/h.
Da sottolineare come il doppia frizione a 7 rapporti produca dei colpi incisivi durante ogni cambiata e scalata,spettacolari i botti provenienti dai 4 cannoni posteriori,ma la presenza del filtro antiparticolato inevitabilmente riduce e mortifica il sound.

E' il momento di rientrare.......percorro mezzo giro a velocità media scalando soltanto senza frenare per permettere un adeguato cool-down per i liquidi e per l'impianto frenante.
Quando apro la porta e metto a terra il piede sinistro,una ondata di aria rovente,proveniente dai catalizzatori investe la mia caviglia,sono accaldato e un pochino provato per la tanta concentrazione e per l'impegno fisico...... in pista si guida con la testa anzitutto ma anche con le braccia,le gambe e con il sedere non certo inteso come fortuna......perchè alcune sensazioni le percepiamo con quella parte del corpo.
Ma sono anche estremamente felice ed appagato per aver potuto guidare in pista una belva di razza come la GT-R.

Purtroppo non abbiamo eseguito il test su sterrato in quanto non sapevamo che bisognasse prenotarsi e quando lo abbiamo imparato,nel pomeriggio al termine delle altre attività,la lista di attesa era di oltre 90 minuti......pazienza...sarà per la prossima volta.

Ringrazio MB Italia e AMG Driving Academy per la realizzazione di questo magnifico evento e per averci permesso di ammirare in anteprima i gioielli preziosi che ho menzionato sopra.

IMG_20210623_085725.jpg
IMG_20210623_085725.jpg
IMG_20210623_092427.jpg
IMG_20210623_092346.jpg
IMG_20210623_092358.jpg
IMG_20210623_092405.jpg
IMG_20210623_092418.jpg
IMG_20210623_092519.jpg
IMG_20210623_092540.jpg
IMG_20210623_092600.jpg
IMG_20210623_092616.jpg
IMG_20210623_140446.jpg
IMG_20210623_140608.jpg
IMG_20210623_140547.jpg
IMG_20210623_140512.jpg
IMG_20210623_092437.jpg
IMG_20210623_092447.jpg
IMG_20210623_122130.jpg
IMG_20210623_104621.jpg
IMG-20210623-WA0063.jpeg
IMG_20210623_103732.jpg
IMG_20210623_100328.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
C 220d Automatic s.w. Premium Next

Bianco Polare-Night-Pack-AMG Line Interior+pelle Artico Black-Keyless-Go+Hands Free Access-Lane Package-ILS+Adaptive Highbeam Assyst Plus-Parking Package-cristalli fonoisolanti

A 220 4Matic Premium con un pacco di optional

Immagine
Rispondi

Torna a “Test Drive & Recensioni”

  • Informazione