F’1 GP Belgio: A Spa Frecce d’Argento di nuovo senza rivali

Mercedes-Spa-002

Dopo la battuta d’arresto ungherese, sullo spettacolare e mitico tracciato di Spa-Francorchamps, le Stelle d’Argento tornano nuovamente ad imporsi con una schiacciante settima doppietta stagionale e a ribadire che, da qui al termine del Mondiale, per gli inseguitori c’é ancora parecchia strada da fare e non solo sull’asfalto dei circuiti che seguiranno in calendario.

Lewis  Hamilton, partito in pole position, domina il GP del Belgio dall’inizio alla fine e vince per la seconda volta in carriera su questo leggendario circuito, inanellando giri veloci e distaccando gli avversari di un secondo a tornata, per poco non ottiene il Grand Chelem poichè il giro veloce è appannaggio del compagno di squadra Nico Rosberg , secondo classificato, terzo piazzato un bravissimo Grosjean al volante di una rinata Lotus.

Il ferrarista Vettel perde un podio meritato, furioso con la Pirelli per lo scoppio del pneumatico a pochi km dalla fine, incidente così simile nella dinamica a quanto sperimentato venerdì da Rosberg nelle prove, seppur a dire della Pirelli le cause appaiano di natura diversa.

Doppia partenza a causa di problemi per Hulkenberg fermo sulla griglia. Al secondo start Rosberg perde terreno, Perez supera tutti e tenta un attacco ad Hamilton senza successo. Terzo Ricciardo seguito da Bottas, Rosberg e Vettel. Il Campione del Mondo in carica si invola mentre Bottas perde rapidamente terreno.  Perez e Ricciardo anticipano di tanto la sosta.

Il primo pit-stop vede il pilota tedesco della Ferrari entrare per ultimo ai box, al giro 14 e montare mescole dure. Nella fase centrale della gara uno scatenato Grosjean risale la china mentre Ricciardo è costretto al ritiro ed entra in scena la Virtual Safety Car per lo stop della Red Bull alcuni ne approfittano per la effettuare la seconda sosta, tra cui Grosjean, Massa e Räikkönen. Ottima gara di Kimi: partito dalla 16ma piazza, entra brevemente in zona punti, lottando costantemente con Massa.

Mercedes-Spa-003Bottas invece è vittima di un clamoroso errore: al pit-stop la squadra gli monta tre gomme morbide e una dura. Penalità per il finlandese e treno dei migliori perduto. Finisce la gara ai margini della top ten.

In testa le Stelle d’Argento fanno gara a se, mentre Vettel nonostante le gomme usurate, compie giri super ed azzarda uno stop in meno tenendo il ritmo senza grossi patemi. Grosjean e la Lotus alla fine attaccano, ma il francese non riesce ad avvicinarsi troppo alla Rossa. Colpo di scena al penultimo giro con l’esplosione del pneumatico posteriore destro della Ferrari di Vettel che regala a Grosjean il terzo gradino del podio, mentre Hamilton allunga e passa vittorioso sotto la bandiera a scacchi dopo 1h23:40.387 seguito dal compagno di scuderia a 2,1″ e da Romain Grosjean su Lotus 38,0″.

Dopo il trionfo nel Gp del Belgio un esultante Hamilton dichiara: “Per me è stato un altro weekend fantastico, il team ha fatto un grande lavoro durante i pit stop e per tutto il weekend. Ringrazio i ragazzi in fabbrica, quest’oggi è stato un sogno, la mia macchina è stata fantastica. Il titolo? Troppo presto per parlarne ora”.

Nico Rosberg analizza così la propria gara: “Ho fatto un pasticcio in partenza è stato fastidioso. Poi ho dato tutto ed eravamo entrambi al limite per tutta la gara, ringrazio il team per la macchina che ci hanno dato, Lewis è stato grandioso io ho dato tutto ma non ce l’ho fatta. La partenza è andata malissimo, dovrò provare di più, poi ho beneficiato del fatto che gli altri non lottassero tra loro e siano andati tutti al pit, lasciandomi pista libera e sono riuscito ad avvicinarmi, a parte nel secondo stint, quando Lewis si è allontanato di nuovo”.

La Classifica Mondiale Piloti vede in testa Lewis Hamilton con 227 punti, seguito da Nico Rosberg con 199 punti e da Sebastian Vettel con 160 punti Kimi Räikkönen e Felipe Massa quarti a parimerito con 82 punti.

Nella Classifica Mondiale Costruttori Mercedes domina con 426 punti seguita da Ferrari con 242 punti, Williams-Mercedes con 161 punti, Red Bull-Renault con 108 punti
e Lotus-Mercedes con 50 punti

Prossimo appuntamento il 6 settembre sulla pista tutto motore di Monza per il Gran Premio d’Italia.

Mercedes-Spa-004