AMG Driving Academy Italia – Corso di guida avanzato

Subito dopo Germania, Cina, e Stati Uniti, arriva anche in Italia la AMG Driving Academy, una vera e propria scuola che ha come obiettivo quello di migliorare le capacità alla guida insegnando le principali tecniche di sicurezza, al fine di poter apprezzare le qualità dei diversi modelli AMG. Martedì 22 e mercoledì 23 maggio 2012 si è tenuto il corso avanzato proposto da AMG Driving Academy presso l’autodromo di Franciacorta (BS). Dopo una giornata e mezzo di accelerazioni, frenate e sterzate con mostri da più di 500 cv, vi proponiamo un riassunto di ciò che abbiamo vissuto, dopo il salto trovate tutto il nostro racconto!

 

Primo giorno:

  • ore  16.00 Arrivo in autodromo, Registrazione e welcome coffee

Come abbiamo detto, il corso di guida si è tenuto nell’autodromo di Franciacorta, situato in Via Bargnana a Castrezzato (BS). Trovarlo è stato semplicissimo, in quanto è situato a pochi chilometri dall’uscita dell’autostrada A4 – Ospitaletto (BS). Il primo impatto è stato entusiasmante: nella parte posteriore alla pista si trovavano esposte le vetture, tutte nuovissime Mercedes AMG. Tra le tante ce n’erano disponibili anche in pronta consegna: con 95.000 euro era possibile tornare a casa con una bellissima C63 coupè AMG, oppure, se il budget lo permetteva, SLS roadster e SLR.

Per iniziare, abbiamo effettuato l’accreditamento al corso in cui sono stati raccolti i nostri dati, e ci sono stati forniti i badge di riconoscimento.

  • ore 16.30 Presentazione del corso di guida e della gamma AMG. Spiegazione degli obiettivi del corso e divisione in gruppi;

Dopo il caffè di benvenuto ci siamo spostati nella sala conferenze, un locale posto ai piani superiori dell’autodromo, in cui ci è stato illustrato il corso, alcuni concetti base della guida (corretta posizione di guida, sottosterzo, sovrasterzo ecc.), così come l’utilità di alcuni strumenti di bordo (abs, esp, freni, sterzo, gomme). La flotta di vetture a disposizione comprendeva: Mercedes classe C63AMG (coupè, berlina e station wagon), classe CLS63amg con il nuovissimo motore 5.5 V8 Biturbo, infine tre Mercedes SLS AMG.

Di seguito ci sono stati presentati  gli istruttori che ci avrebbero seguito durante questa esperienza. Per questo tipo di attività AMG ha deciso di andare sul sicuro scegliendo gruppo di professionisti con esperienza maturata in diversi compionati automobilistici: 24 ore di le Mans,  campionato granturismo endurance italiano, campionato superstars. Al termine di questa fase siamo stati suddivisi in gruppi di sei persone e ci siamo trasferiti in pista.

  • ore 17.30 Inizio delle attività

Per riuscire ad accogliere i diversi gruppi di partecipanti, il circuito è stato suddiviso in diverse sezioni, in cui è stato possibile fare prove di:  sottosterzo e sovrasterzo su fondo bagnato, accelerazione e frenata, frenata con evitamento dell’ostacolo, slalom, e traiettorie.

Nella prima prova svoltasi in uno spazio interno antistante alla pista, sono state riprodotte le condizioni perchè si verifichi la sbandata. Su un anello di asfalto bagnato, abbiamo condotto le vetture a velocità sostenuta. Come da previsione la macchina a trazione posteriore, a causa del fondo liscio e bagnato perdeva di aderenza, perciò abbiamo messo in pratica quanto spiegato durate il corso teorico: lasciando l’acceleratore e intervendo con una sterzata , la macchina ha trasferito il carico nella parte opposta, a quel punto intervenendo nuovamente con l’acceleratore e abbiamo recuperato la traiettoria in sovrasterzo.

Durante la prova di accelerazione e frenata, è stato messo in pratica il concetto di “spazio di frenta”. Due vetture sulla linea di partenza che al “Via” dell’istruttore avrebbero dovuto partire alla massima velocità per poi frenare entro una linea di arresto. L’abilità consisteva nel riscire ad individuare il giusto punto in cui inizare a frenare per riuscire ad arrestarsi nei limiti stabiliti.

Un particolare: in uno dei video che troverete allegati, potete vedere il confronto tra la C63 AMG coupè e la CLS 63 AMG. In questo video possiamo notare le caratteristiche del propulsore 5.5 V8 Biturbo,  molto più leggero di quello della C, perchè di cubatura inferiore, e grazie alla sovralimentazione bi-stadio fornisce una potenza 525 cv e una coppia di 700 Nm, ben superiori rispetto il 6208cc. da 457 cv e 600 Nn della C coupè. Un bell’esempio di downsizing, che dimostra come con cubature inferiori si riescano ad ottenere prestazioni migliori e consumi contenuti del 30%.

Durante la prova di frenata con evitamento dell’ ostacolo, abbiamo simulato la situazione di frenata di emergenza in ABS. Accelerando da un punto di partenza, abbiamo condotto le vetture a diverse velocità, prima a 80km/h, poi 90, 100 e 110km/h. Al segnale dell’istruttore dovevamo frenare con la massima forza e sterzare per evitare il muro di birilli. Come nell’esercizio precedente l’arresto del veicolo era garantito dall’ impianto frenate in carboceramica con dischi da 360 mm. e pinze a 6 pompanti. Una volta effettuata la prova di frenata si ritornava al punto di partenza percorrendo una parte di pista disseminata di birilli da evitare facendo lo slalom. Per ogni livello di velocità abbiamo eseguito circa 3 test di frenata.

Al temine di questo test, siamo tornati ai box per rifornire le nostre vetture e mentre i meccanici fanno un veloce controllo alla pressione degli pneumatici, ci siamo preparati per l’ultima prova della giornata, ossia quella delle Traiettorie. A gruppi di due siamo saliti a bordo delle SLS e abbiamo seguito l’istruttore per la pista, cercando di ricalcare i punti di corda- frenata e accelerazione.

  • ore 19.30, termine delle prove di guida e spostamento in Hotel 4* convenzionato con Amg Driving academy.

Terminate le prove i guida, ci siamo spostati con i nostri mezzi verso l’hotel a 4 stelle convenzionato con la scuola guida, in cui si sarebbe tenuta la cena. Nel pacchetto del corso erano comprese: assicurazione partecipante, trattamento mezza pensione in hotel 4 stelle (cena, pernottamento e colazione), pranzo nel ristorante dell’autodromo e open bar.

La cena, il trattamento in hotel e la colazione sono state abbonantemente superiori alle aspettative… d’altronde con un nome importante come quello di Mercedes e AMG, non poteva essere diversamente. L’indomani ci avrebbe attesa un’altra entusiasmante giornata di prove in pista.

 

Secondo giorno:

  • ore 8.30 ritrovo in autodromo

Fatta colazione ci siamo riportati in autodromo, dove ci atteva il capo istruttori a bordo di un Mercedes Viano con cui abbiamo effettuato un giro tracciato interno, per analizzare i particolari della pista (punti di corda, punti di frenata – accelerazione)

  • ore 9.00 giri di pista

Al termine del giro di ricognizione a bordo del Viano siamo stati portati nei box in cui si trovavano le nostre SLS pronte per partire. Dal momento che i giri sarebbero stati effettuati su tutta la pista, per la nostra sicurezza, abbiamo indossato i caschi di protezione.

In testa al gruppo si trovava la C coupè dell’istruttore, che per i primi tre giri ci dava indicazioni via radio sulla giusta andatura da tenere. A l termine di ogni giro l’SLS in coda al gruppo sorpassava le altre e si accodava dietro all’istruttore per apprendere l’andatura e giuste traiettorie.

Al termine dei giri ci siamo spostati nel paddock che per l’occasione era stato allestito con un percorso a birilli; questa è stata la prova denominata “pistino nel paddock” cioè percorrere nel minor tempo possibile un piccolo tracciato senza far cadere birilli e arrestandosi entro uno spazio delimitato. La prova è stata condotta a bordo di C coupè AMG, e prevedeva infrazioni di 5 secondi per ogni birillo sfiorato o fatto cadere e tra 2 e 5 secondi di penalità in caso di arresto fuori dagli spazi imposti. Dopo diverse prove sul pistino, abbiamo lasciato le coupè e ci siamo spostati nel ristorante dell’autodromo.

  • dalle 12.30 alle 13.30 pausa pranzo
  • ore 13.30 pista

Rifocillati e dissetati siamo ritorniamo a bordo delle C berlina e station wagon, per fare dei giri del circuito con registrazione mediante on board camera e rilevazione telemetrica. Nella macchina erano installate 2 telecamere (una che riprendeva la strada e una che riprendeva il pilota), sul tetto si trovava un ricevitore gps, e all’interno dell’abitacolo c’era un dispositivo che raccoglieva i dati (throttle e brake) su memoria usb. Al termine di questa prova ci siamo spostati nei box dove abbiamo analizzato i nostri giri, confrontandoli con quelli dell’istruttore.

La gornata è terminata con la gara finale a tempo sul pistino, quindi con la premiazione dei migliori tre tempi e con la consegna degli attestati di partecipazione.

In fine per segnare indelebilmente questa fantastica esperienza il giro di pista con l’istruttore. Con il Selettore del cambio in modalità sport plus e l’ESP in Sport abbiamo avuto prova di come un pilota professionista riesca a sfruttare la potenzialità di queste bellissime macchine.

 

Considerazioni Finali:

Prima di iniziare questa esperienza, pensavamo si trattasse dell’ ennesima manifestazione “griffata” in cui si paga un sacco di soldi e per poi ammirare le automobili da distante. La realtà è stata ben diversa: considerato che abbiamo avuto a disposizione per una giornata e mezza delle nuovissime mercedes AMG e ponderando alcune voi di costo: gomme (circa 3000 euro al treno), dischi e pastigle dei freni (oltre 2000 euro), benzina da competizione ( da 120 ottani a circa 5 euro al litro, e durante i due giorni di corso ne sono stati bruciati circa 3800 litri in totale),  il pernottamento in hotel, 4* colazione, pranzo, cena, open bar, e il bellissimo ricordo che ci ha lasciato questa esperienza, abbiamo realizzato che il “valore” che percepito da questa attività, è stato ben superiore al costo inizale del corso, cioè il prezzo pagato ci è parso adeguato. Se i prossimi corsi di guida avanzato si svolgeranno nella stessa modalità di questo , vi consigliamo caldamente il corso di guida avanzato.

Ricordiamo che i corsi sono accessibili a tutti gli appassionati, clienti e non clienti di amg, iscrivendosi dal sito web http://www.amgacademy.it/

I corsi di guida AMG sono impostati su quattro livelli ed hanno i seguenti prezzi:

– base, della durata di un giorno, viene proposto a 1100 euro + iva a persona;

– avanzato, dalla durata di un giorno e mezzo, costa 2200 euro + iva a persona;

– pro, si svolge completamente in pista ed ha la durata di due giorni, costa 3700 euro + iva a persona;

– neve, si tratta di un corso che permette di testare le qualità delle vetture amg sulla neve, al costo di 2000 + iva a persona;

 

Ringraziamenti:

Per finire, ringraziamo pubblicamente il Dr. Holger Koch Presidente di AMG owners Club Italia grazie al quale abbiamo potuto partecipare a questa manifestazione.

Ci congratuiliamo con Mercedes-Benz Italia, AMG Driving Academy, e con tutti gli organizzatori e lo staff che hanno lavorato per realizzare una così bello evento automobilistico.