Un Curriculum Vitae per lo Sprinter


La crisi si fa sentire e trovare un lavoro è sempre più duro. Così i tecnici Mercedes-Benz hanno “aiutato” un Mercedes-Benz Sprinter a scrivere il suo Curriculum Vitae. Il reparto veicoli commerciali ha quindi fatto incidere da una macchina le lettere ed alcuni disegni su di una gomma, creando così la prima “printing type tire” (gomma che stampa ndr). Questa gomma è stata poi per bene intinta nell’inchiostro, che in questo caso è stato del fango rimediato nel piazzale davanti ad un cantiere ed infine sono stati stampati i Curricula Vitae da mandare alle varie aziende come iniziativa pubblicitaria. Per mettere la ciliegina sulla torta anche l’indirizzo del destinatario è stato stampato usando sempre lo Sprinter come timbro. Un video assolutamente da vedere!

Leggi il resto »

5 aprile 2011 |

VLN Nurburgring: SLS AMG GT3 Terza


L’SLS AMG GT3 del team Black Falcon non ha iniziato al meglio la stagione VLN Endurance Nurburgring. Nella prima prova stagionale i piloti della neonata SLS AMG GT3 non sono riusciti ad andare oltre il terzo posto in classifica che tuttavia rappresenta già un ottimo piazzamento visto che le rivali erano delle rodatissime BMW M3 GT3. In una giornata soleggiata con temperature attorno ai 20 gradi Jörg Müller, Augusto Farfus e Uwe Alzen con un tempo di 4 ore 5 minuti e 32 secondi hanno prevalso sui compagni della scuderia BMW Motorsport Andy Priaulx, Dirk Müller e Dirk Werner. Al terzo posto il team Black Falcon con la nuovissima SLS AMG GT3 pilotata, che ha ottenuto il giro più veloce in gara chiudendo il Nordschleife in 8 minuti 24 secondi e 241 e confermando così la bontà dell’auto. In quarta posizione l’altra SLS AMG GT3 del team Horn Motorsports.

3 aprile 2011 |

Marito di Adriana Volpe distrugge una SLR




Il milionario svizzero Roberto Parli (che farebbe bene ad invertire le vocali del suo cognome, ndr) e marito della showgirl italiana Adriana Volpe, ha da poco distrutto una Mercedes-Benz SLR McLaren. “Sono milionario. Pago tutto. Non mi interessa”, queste le parole che Parli avrebbe detto alla gendarmeria svizzera accorsa sul luogo dell’incidente. L’uomo, ubriaco fradicio, con un tasso alcolio nel sangue di 2,5 per mille ha causato ben due incidenti in sequenza nei pressi dell’uscita dell’autostrada di Lugano. Le ricostruzioni dell’incidente parlano di un primo scontro vicino all’uscita di Lugano Sud e la conseguente perdita della ruota anteriore destra. Parli, dopo questo incidente non ha dato segno di volersi fermare ed ha continuato per la sua strada tranquillamente su 3 ruote a velocità molto elevata. Dopo poche centinaia di metri ha tamponato pure un camion ed ha così perso lo pneumatico della ruota sinistra, ma, spinto più dall’alcool che aveva in corpo che dalla sua mente, ha continuato imperterrito a proseguire sulla sua strada fino a quando le scintille provenienti dalla parte anteriore dell’auto che sfregava con l’asfalto, lo hanno convinto a fermarsi.  La gendarmeria svizzera, ha immediatamente revocato la patente di guida dello svizzero, accompagnando il ritiro con una salatissima multa. Unico lato positivo della vicenda è che nessuno si è fatto male, nè i malcapitati automobilisti che hanno assistito alla vicenda nè lo scellerato “pilota” che ha distrutto un capolavoro dell’ingegneria di Stoccarda. C’è anche da ricordare che Roberto Parli diventerà padre tra meno di 5 mesi, complimenti.

|

DTM 2011: tutto pronto per il via

Come ogni anno il DTM, il campionato per auto da turismo più importante al mondo, si ripropone con nuovi circuiti e vecchie conscenze degli appassionati di motorsport. Quest’anno il Deutsche Tourenwagen Masters partirà il primo di maggio all’Hockenheimring per la prima delle 10 tappe in programma. Nel 2011 il DTM ritroverà il circuito di Spielberg in Austria, vecchia conoscenza  del campionato. La finale del campionato si svolgerà all’Hokenheimring il 23 di ottobre.  A luglio, con data ancora da confermare, ci sarà uno show all’interno dell’Olympiastadion di Monaco dove i piloti si affronteranno all’interno dello stadio che ha visto l’Italia vincere i Mondiali di Calcio nel 2006. Come nel 2010 Mercedes correrà con Classe C, che nel 2011 sarà proposta con la nuova veste restyling e con alcuni accorgimenti che miglioreranno la precedente versione. Le Classi C DTM scenderanno in pista con le rivali Audi A4 DTM che anche quest’anno cercheranno di contrastare lo strapotere AMG durante il campionato. Leggi il resto »

2 aprile 2011 |

GP Australia: Vince Vettel, Hamilton secondo, Mercedes GP disastro

La stagione 2011 è cominciata come la 2010 era finita: Vettel sul gradino più alto del podio ed Hamilton secondo. Unica ventata di freschezza l’ottimo terzo posto di un inaspettato Petrov che conquista così il primo podio russo nella storia della Formula 1 seguito da Fernando Alonso con una Ferrari che ancora non è al massimo. Un po’ in affanno l’altra McLaren Mercedes guidata da Jenson Button che non è riuscito ad andare oltre il sesto posto. Gara da dimenticare per Mercedes GP che vede subito un problema sorto dopo un contatto per Michael Schumacher che si deve ritirare a causa della foratura di una gomma. Al 24° giro anche Nico Rosberg è costretto al ritiro dopo uno spaventoso incidente con la Williams di Rubens Barrichello il quale dopo un testacoda riesce a riprendere la gara. Mediocri invece le prestazioni delle due Force India Mercedes di Adrian Sutil e Paul Di Resta, rispettivamente 11° e 12°.

Leggi il resto »

27 marzo 2011 |

Qualifiche GP Australia: Mercedes GP in affanno

Dopo dei buoni risultati nelle prove libere del venerdì nelle qualifiche del sabato al Gran Premio d’Australia, le frecce argento non sono riuscite ad andare oltre il settimo posto di Nico Rosberg. Con un tempo di 1:25.421 Nico Rosberg è in quarta fila a fianco del ferrarista Felipe Massa secondo dei piloti della casa di Maranello. Qualche problema di troppo per Michael Schumacher che non è riuscito a qualificarsi per la Q3 uscendo come undicesimo e si troverà in sesta fila a fianco dell’ottimo Jaime Alguersuari a bordo di una sorprendente Toro Rosso.
Ottime invece le prestazioni della Scuderia McLaren-Mercedes che però non è riuscita a conquistare la pole visto lo strapotere di Sebastian Vettel che ha staccato di quasi 8 decimi Lewis Hamilton che parterà dal secondo posto della griglia. In quarta posizione Jenson Button a fianco dell’altro pilota della Red Bull Mark Webber.
Nel mezzo della griglia di partenza le due Force India spinte da motori Mercedes-Benz con Paul di Resta al 14° posto e Adrian Sutil al 16°.

Leggi il resto »

26 marzo 2011 |

Mercedes-Benz Formula 1 2011

In Italia non si può parlare di calcio senza generare discussioni che spesso degenerano. In Italia non si può parlare di Formula 1 senza che si tiri in ballo Ferrari e spesso anche qui le discussioni degenerano.
D’ora in poi seguiremo il campionato Formula 1 2011 dal punto di vista del nostro marchio con articoli oggettivi e non personali.
Fatta questa premessa vi presento il nuovo video che Mercedes-Benz ha deciso di realizzare per la stagione di Formula 1 2011. I due piloti della scuderia Mercedes GP Petronas, Michael Schumacher e Nico Rosberg si trovano in un ristorante ed a vicenda si offrono da bere in “crescendo”. Dopo un paio di batti e ribatti, nel classico stile autoironico di alcuni video Mercedes-Benz, arriva una simpatica vecchia conoscenza della Stella che offre ad entrambi una inaspettata bevanda. Un video assolutamente da non perdere! Leggi il resto »

|

Salone dell’Auto di Ginevra – by CRONet

81 Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra
3 – 13 Marzo 2011.

Anche nel 2011, il Salone dell’Auto non poteva mancare sulla riva destra del lago Lemano a Ginevra. Dal 1905, è l’appuntamento per eccellenza del mondo automobilistico. E io sono andato per potervi mostrare quante belle auto ci siano tutte insieme.

Le cifre di questo anno parlano chiaro: 735.000 visitatori – un 6% in più rispetto al 2010, 260 espositori, 10.000 rappresentanti dei media e ben 71 premières ufficiali per le sole auto.

Il salone è stato suddiviso in 8 settori: vetture di 3 e 4 ruote, vetture elettriche e con propulsori alternativi, carrozzerie speciali – design – ingegneria, preparatori di auto, accessori e ricambi per autovetture, fabbricanti di accessori e ricambi, equipaggiamenti per officine e per ultimo prodotti e servizi per l’industria.

Le vetture ecologiche hanno avuto un grande risalto, con ben 36 espositori e 17 première. Disponibili al pubblico per brevi test, 13 vetture elettriche.

Come negli anni scorsi, Mercedes Benz occupa uno spazio considerevole all’interno del salone, di sicuro tra i 5 stand più grandi. Per l’occasione, Mercedes Benz ha presentato la Classe C Coupè, una quattro posti delle linee molto piacevoli che sicuramente avrà un grande consenso nel mercato.

Certamente non mancava nessuna “lettera” in casa Mercedes: A, B, C, CL, CLS, E, R, SLK, SL, SLS, G, GL, GLK, S, c’erano davvero tutte. Grande disponibilità delle hostess nel fornire spiegazioni sui modelli esposti, nonchè la possibilità di salire su quasi tutte le auto, tranne le due SLS, una di loro equipaggiata con E-Cell. Presenti anche una Classe A E-Cell e una B F-Cell.

Spettacolare come sempre la E cabrio, la gente sembra seguire questo modello tantissimo alla pari della SLK. La nuova CLS era anche presente, con la sua bellissima vernice a 7 strati: non si riusciva a capire quale colore era: se grigio oppure bronzo.

Come ogni anno, Mercedes mostra i diversi motori, però questa volta, tutte le schede tecniche sono su un… iPad. Molti i costruttori si sono serviti di questo dispositivo per visualizzare informazione sui loro prodotti.

È stato un salone molto bello quest’anno, soprattutto quando si vedono degli impegni in materia ambientale: La tecnologia dell’automobile – anche la più innovatrice – serve a ben poco se l’uomo non è al centro dell’attenzione. Un’automobile deve non soltanto assicurare una mobilità pratica e adatta a ogni stile di vita, deve anche essere sicura, economica, razionale nonché un procurare piacere sempre nel rispetto dell’ambiente.

Ci vediamo nel 2012!
CRONet

21 marzo 2011 |

Classe B F Cell

Il viaggio è finito, ieri sono rientrato in Italia. L’esperienza è stata a dir poco fantastica in quanto non ho visitato l’America ma l’ho vissuta.

Premessa:  “Non a caso mi sono preso il mio tempo (tanto, lo so me lo avete detto in molti) prima di iniziare a parlarvi della Classe B Fuel Cell. Ho deciso, già prima di partire, che non avrei parlato della macchina prima del mio ritorno. Il mio lavoro è quello di descrivere fatti ed oggetti, e spesso, molto spesso, le prime impressioni sono sbagliate.  Il mio modo di scrivere è  giornalismo vero, sentito, nel quale leggo e rileggo ciò che ho scritto e lo plasmo di continuo per far immaginare a chi legge le esatte sensazioni che ho provato nella mia esperienza.  Scusandomi ulteriormente per il ritardo, chiudo questa premessa ed inizio a parlarvi della B Fuel Cell.“

Il primo impatto è stato folgorante, auto fantastica, comoda, spaziosa, abbastanza agile e con un ottimo handling pur trattandosi di un’auto “alta”. Ok, questo probabilmente già lo sapevate, trattandosi di una normale classe B, ma ora veniamo alla vera essenza del viaggio, la propulsione ad idrogeno. L’auto è alimentata da un serbatoio ad alta pressione che contiene 4 kilogrammi di idrogeno puro a 700 atmosfere che, grazie ad una reazione elettrochimica con un comburente (che nel nostro caso è l’ossigeno dell’aria), divide il combustibile in ioni positivi ed elettroni. Gli elettroni sono così catturati da un circuito che li smista, a seconda dell’utilizzo del motore elettrico, alla batteria o direttamente alle ruote motrici. Il processo elettrochimico avviene a velocità diverse, e quindi genera quantitativi diversi di energia elettrica, a seconda della quantità di combustibile e comburente utilizzati, proprio come nelle attuali auto a benzina ed a gasolio. Il valore massimo di potenza generato dalle celle a combustibile insieme alla batteria è di ben 100Kw, 136cv, come appunto dichiarato da Mercedes Benz come potenza della B Fuel Cell. Durante la marcia però i 100 Kw non sono mai utilizzati, tranne nei momenti in cui si fa un kick-down, e la spinta si sente veramente tanto per trattarsi di un’auto da 1800kg con “soli” 136cv e 290 Nm di coppia. In condizioni di marcia normali si usano si e no 10-20 Kw per qualsiasi strada, ovviamente il consumo aumenta nei tratti in salita e quando si va più veloce, ma, con vento contro e con andatura abbastanza elevata, non abbiamo mai superato i 40Kw. Quando si sale in macchina non ci si accorge neanche di essere su un’auto ad idrogeno, a parte per il cruscotto con al posto del conta giri un a lancetta che indica la potenza in termini di Kw assorbita dalle ruote.  Inoltre nella parte sinistra si nota un indicatore che indica lo stato delle celle a combustibile.Un’altra differenza è nel computer di bordo che, invece che indicare i litri per 100km che l’auto consuma, indica le miglia per kg percorse. Appena si gira la chiave non si ha alcuna risposta acustica, ma si nota solo che la lancetta passa dal fondoscala, alla posizione 0Kw. Dopo aver messo il selettore del cambio nella posizione D e mollato il freno, l’auto procede dolcemente in avanti, per poi accelerare (ovviamente) in modo più pronunciato non appena si schiaccia il pedale. L’acceleratore è molto reattivo e l’auto scatta benissimo sia nelle partenze da fermo, sia nelle accelerazioni in movimento. Ovviamente essendo un motore elettrico, l’accelerazione è molto progressiva e non soffre di alcun calo nella coppia. La spinta si sente fino alle alte velocità e consente all’auto di muoversi nelle condizioni di tutti i giorni in modo perfetto. Quando poi si vuole un pizzico di accelerazione in più, con il kickdown si possono utilizzare alla massima potenza, sia il propulsore ad idrogeno, sia la batteria. Nelle manovre con tutto alla massima potenza si sente la coppia del motore elettrico e l’accelerazione è veramente ottima, assolutamente paragonabile ad una normale B 200 benzina. A dire la verità, rispetto alla dichiarazione di Mercedes che la B F Cell fosse paragonabile ad una B 200 benzina ho da ridire. Nel senso che questa affermazione è assolutamente riduttiva. La B 200 pesa più di 500 kg in meno ma la B F Cell ha ben 105 Nm in più di coppia e si sentono veramente tanto. In città è molto briosa, soprattutto vista l’assenza di un cambio, con la coppia direttamente trasmessa dal motore alle ruote anteriori, non vi è mai alcun tipo di lag o ritardo nella risposta dell’acceleratore, insomma è perfetta per tutti i giorni. Appena si esce dai centri abitati, raggiungere la velocità di crociera è un’attimo, e mantenere i 100-130km/h in autostrada non comporta quasi mai consumi maggiori di 20-30kw. L’andatura sostenuta non comporta però fastidiosi rumori. A dire la verità nei primi giorni di guida si sentiva solo il rotolamento degli pneumatici ed il fruscio del vento, mentre dopo 1500 km di guida ho iniziato ad avvertire il leggerissimo rumore del motore elettrico. Il comfort è ai massimi livelli, obiettivamente le sospensioni sono tarate in modo perfetto per il peso della vettura e neanche nelle stradine sterrate di campagna che abbiamo preso per fare delle fotografie si sentivano eccessivamente buche  e sassi. Sulle strade pavimentate l’auto è comodissima, morbida e soffice quando serve ma con un’ottima tenuta in curva. Unica pecca, quando la si spinge al limite soffre ovviamente un po’ di sottosterzo dovuto ai 1800kg che porta in dote la B F Cell. Lo sterzo è quello di una normale Classe B, leggero ma tuttavia preciso, ottimo per questo tipo d’auto in tutte le condizioni orientato più alla comodità ed alla facilità di utlizzo e di manovra che non alla guida prettamente sportiva.

Per quanto riguarda i dati tecnici, penso sappiate tutti come la penso, non mi piacciono e non mi interessano, per quello ci sono le tabelle dei costruttori, con i listini ecc… Comunque visto che in molti me l’hanno chiesto, farò un articolo appositamente con tutti i dati dell’auto.

9 marzo 2011 |

That’s all

That’s all… Probabilmente non scrivero’ piu’ nulla direttamente dagli usa… Sia perche’ lo staff Mercedes ci ci sta offrendo da bere, sia perché la discoteca dell’hotel promette molto bene… Forse una delle piu’ belle in cui sia stato in tutta la mia vita… Quindi vi chiedo scusa ma per questa sera (qui e’ sabato) cerco di divertirmi.. Domani mattina la sveglia sarà alle 5 con la partenza dall’hotel e partenza del volo dall’vaeroporto di Phoenix alle 8… Non penso di riuscire a postare domani mattina anche se faro’ di tutto per tenervi aggiornari…Scusate ancora per la mia diserzione ma qui la serata promette veramente bene…. 😀

Posted from WordPress for Windows Phone

6 marzo 2011 |
Pagine: Precedente 1 2 3 ... 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 Prossima